sabato 12 novembre 2016

Giuseppe Quarisa, 1915-1945

Quarisa Giuseppe di Eugenio, Treviso, classe 1915
Artigliere - 14° Rgt. Artiglieria C.d'A.
Partigiano Combattente - Brg. Negrin - Div. Sabatucci
Caduto il 9 febbraio 1945, a Treviso
Durante sabotaggio allo Scalo Motta, sorpreso mentre tentava di minare un carro carico di esplosivo, veniva ucciso a colpi di fucile dai tedeschi
Verificatore FS - 5. elementare     (Elio Fregonese, 1997)


Atto di morte. Stato civile comune di Treviso (partic.)

Atto di morte del ferroviere partigiano Giuseppe Quarisa, di Treviso.
«Il giorno nove del mese di Febbraio dell'anno millenovecentoquarantacinque XXIII EF
alle ore undici nell'ambulatorio di questo Ospitale Civile è morto Quarisa Giuseppe, di anni ventinove,
operaio,
di razza ariana, residente in Treviso, che era nato in Treviso da Eugenio, residente in Treviso,
e da Torresan Luigia casalinga residente in Treviso, e che era coniugato con Pagnin Ada»
.

Ulteriori informazioni tratte dal foglio matricolare
Quarisa Giuseppe, classe di leva 1915, matricola 58248, Distretto di Treviso (28).
Figlio di Eugenio e di Torresan Luigia, nato il 5 settembre 1915 a Treviso.
12 ottobre 1935  Visita di leva: statura m. 1,72 - torace m. 0,89.
Professione: aggiustatore meccanico - Titolo di studio: 5a elementare.
Residente a Treviso, via Polveriera, 90.
17 aprile 1936  Chiamato alle armi e giunto all’11° Reggimento Artiglieria di Corpo d’Armata.
21 agosto 1937  Mandato in congedo illimitato.
17 maggio 1942  Ha risposto alla chiamata di controllo in tempo di guerra [...] al Distretto Militare di FF SS Venezia […] .
“Parificato il 18 maggio 1942”
A matita
Partigiano Deceduto.

La scheda di Giuseppe Quarisa, abitante a S. Antonino, nell'elenco dei caduti
della Brigata Negrin, Divisione Sabatucci. (Aistresco, b. 24).

Trascrizione del fatto d'arme

«Durante un'azione di sabotaggio sulla linea ferroviaria all'altezza del Bivio Motta, mentre tentava con una mina di far saltare un treno carico di munizioni, veniva sorpreso da alcuni tedeschi di sorveglianza che lo uccidevano a colpi di fucile, sul posto».
PS - Nei pressi dello scalo ferroviario di Bivio Motta era stato ucciso dai tedeschi, il 15 settembre 1943, anche Giancarlo (Antonio) Brambullo, il primo caduto partigiano di Treviso.


Treviso: la zona dello scalo ferroviario merci ‘’del Bivio Motta’’ nella mappa Zaniol 1926. I numeri indicano le principali attività produttive (e altri luoghi importanti della città) esistenti nei pressi. [In rosso il numero attribuito dal curatore; tra parentesi quadra il numero originale presente sulla carta. I nomi sono riportati nella loro dicitura originale]
1 Pastificio e Acetificio Tommasini; 2 Industria Tartarica; 3 [50] Ospizio Zalivani; 4 [104] Sirena e C. - Metalli [Saterini]
5 [122] Saponificio Lorenzon; 6 [100]  Bertolazzi, grossista; 7  Macello comunale; 8 [46] Dispensario antitubercolare “F. De Marchis”;  9 [76] Magazzini Generali - Porta Carlo Alberto + Fabbrica ghiaccio e frigorifero della S.V.I.F.; 10 [77] Magazzini generali bozzoli e sete; 11 [63] Fabbrica solforatrici e irroratrici (Bidoli); 12 Casa di cura Grollo; 13 Fabbrica trapunte Del Prà; 14 [113] Tessitura Cotone; 15 Case Popolari Luzzatti, III Gruppo - Via Marconi; 16 Punteria e Affini - Fabbrica punte e affini della S.I.P.E.A. ; 17 S.I.A.P. Società Italo-Americana pel Petrolio [futura Esso].


Il Gazzettino dell'11 febbraio 1945 registra il ricovero all'ospedale di Treviso
di Giuseppe Quarise [Quarisa], gravemente ferito per colpi d'arma da fuoco.
Gli autori del ferimento - soldati tedeschi - ovviamente non sono nominati.

Giuseppe Quarise [Quarisa], partigiano ucciso a Treviso dai tedeschi il 9 febbraio 1945.
La sua morte viene registrata in una breve di cronaca
quattro giorni più tardi del Gazzettino. Quarisa era un operaio delle ferrovie

dello stato. Il suo nome è ricordato anche nella lapide posta nel 1946 dai compagni di lavoro 
a ricordo dei "ferrovieri di Treviso che la guerra 1940-45 uccise".
La lapide si trova sul muro della stazione centrale, lato strada, a sinistra dell'ingresso principale.

Sindacato Ferrovieri Italiani, stazione centrale di Treviso. Lapide posta dai compagni
di lavoro a ricordo dei 27 ferrovieri di Treviso, fra i quali i partigiani Leonildo Angeloni,
Rino Chiarello e Giuseppe Quarisa  ''che la guerra 1940-45 uccise''. (Google 2012)
Guarda anche il monumento ai caduti ferrovieri - Dlf Treviso *

Giuseppe Quarisa ferroviere partigiano ucciso a Treviso il 9 febbraio 1945:
il suo ricordo nel mausoleo dei partigiani di Treviso.

 Chi avesse informazioni e/o materiale iconografico sul partigiano Giuseppe Quarisa 




Nessun commento:

Posta un commento